I redattori di Pamono selezionano capolavori immortali firmati da designer-architetti


Appunti sul campo: design di architetti

Di Wava Carpenter

La poltrona Barcelona di Ludwig Mies van der Rohe (1929), la lampada Artichoke di Poul Henningsen (1957), la sedia Panton di Verner Panton (1959-67). La grande maggioranza delle icone del design del XX secolo è stata progettata e realizzata da architetti, e ancora oggi, l'aura di eccellenza che circonda l'arredamento e l'illuminazione disegnati da architetti è molto forte.

Durante il secolo scorso il design è nato sempre più spesso sui tavoli da disegno di architetti, e designer con studi di architettura; perciò i principi dell'architettura moderna - forme ridotte e scultoree, decori ridotto al minimo - sono intrecciati indissolubilmente con la figura mitica del designer-architetto. E sebbene l'era modernista sia ormai ufficialmente giunta al termine, questa estetica continua ad attrarre grandi quantità di ammiratori - infatti sono proprio i frutti di quest'epoca della storia del design ad essere i favoriti di gran parte della clientela di Pamono.

Se sei un amante del design creato da architetti, ma desideroso di incontrare qualcosa di più inaspettato ed inusuale, è il tuo giorno fortunato. I redattori di Pamono hanno selezionato per te una serie di design iconici, contemporanei e vintage, firmati da grandi designer-architetti di ieri ed oggi. Scorri la nostra lista per scoprire pezzi dalle forme minimaliste e ridotte all'osso, le cui consistenze, accuratamente selezionate per donare l'esperienza tattile ideale, e i cui materiali naturali, fanno di essi degli oggetti da sogno - splendidi ed essenziali.

 

Clicca sull’immagine per acquistare il divano a tre posti Le Bambole di Mario Bellini per B&B Italia Photo © Funky Vintage Divano Le Bambole di Mario Bellini per B&B Italia

Icona del design italiano degli anni '70 (nonché vincitore del prestigioso Compasso d'Oro nel 1979) il divano Le Bambole del designer e architetto Mario Bellini per B&B Italia (1972) è il perfetto paradigma dell'assenza di una forma vera e propria, delineata alla perfezione; disegnato per adattarsi facilmente al peso e alla forma del corpo di chiunque ci si accomodi, questo modello vintage minimal-with-a-twist è tornato recentemente di gran moda. E questo modello in pelle color cognac è semplicemente delizioso.

 

Clicca sull’immagine per acquistare i vasi Tropical di Simone Brewster Photo © Simone Brewster Vasi Tropical Noire di Simone Brewster

La londinese Simone Brewster è una stella in ascesa nel mondo del design. Che si dedichi all'arredamento, alla moda, o alla creazione di gioielli, l'approccio della designer al suo lavoro è sempre architettonico. Come lei stessa spiega, "quando realizzo o disegno un oggetto, mi ci avvicino comprendendo lo spazio che esso occupa, e l'atmosfera - emotiva e fisica - che dovrà generare." I suoi vasi statuari in compensato e tulipier esigono attenzione e stupore, e sono una riuscitissima unione delle passioni di Bewster, "l'etnico e l'architettonico."

 

Clicca sull’immagine per acquistare la sedia S35 con struttura tubolare di Marcel Breuer per Thonet Photo © Heden Verleden La sedia S35 di Marcel Breuer per Thonet

Il designer e architetto americano-tedesco Marcel Breuer è sempre stato noto ed apprezzato, ma recentemente il suo lavoro sta venendo riscoperto e amato più che mai - sia dal punto di vista architettonico che di design. Un suo pezzo in particolare sta infuocando il mercato vintage: la poltrona S35. Disegnata originariamente intorno al 1929, viene rimessa in produzione da Thonet negli anni '70, riscuotendo subito un grande successo: la sua struttura lineare ed essenziale, di ispirazione Bauhaus, è addolcita generosamente dalla seduta in vimini intrecciati - risposta perfetta a chi si chiede perché il modernismo dalle forme organiche e naturali non passi mai di moda.

 

Clicca sull’immagine per acquistare i vasi Traces di Sophie Dries Photo © Sophie Dries Vasi Traces di Sophie Dries

La designer ed architetto francese Sophie Dries  ha prodotto la sua surreale collezione Traces in collaborazione con il ceramista Thomas Vivant e l'artista del metallo Michael Moore. Questi pezzi prodotti in edizione limitata combinano ceramica, pirite, ottone, rame, ed acciaio in forme geometriche ed essenziali. Quello che attrae di più è la loro complessa combinazione di influenze diverse, che dona ad ogni vaso un'aria antica e allo stesso tempo moderna: Dries stessa rivela di essersi ispirata tanto al vasellame primitivo, quanto ai design Memphis degli anni '80 - in particolare al lavoro del maestro italiano Ettore Sottsass.

 

Clicca sull’immagine per acquistare la panca in pino di Børge Mogensen per Karl Andersson & Söner Photo © Nommad Panca in pino di Børge Mogensen per Karl Andersson & Söner

Il maestro danese Børge Mogensen ha studiato da falegname ed ebanista, e da architetto, tra gli anni '30 e '40, ed il suo talento nel combinare sapientemente materiali naturali con linee pulite e semplici (armonizzando il tutto tramite manifattura artigianale tradizionale) ha contribuito in maniera determinante alla nascita dello stile noto come Scandinavo moderno. Questa panca di Mogensen ha attirato la nostra attenzione in quanto esempio perfetto del talento di questo designer e architetto per creare design semplici e allo stesso tempo indimenticabili. Del semplice pino disposto verticalmente ed orizzontalmente, con un minimo accenno di pendenza che rende la seduta comoda, rende questo pezzo senza tempo.

 

Clicca sull’immagine per acquistare la poltrona reclinabile AP71 di Hans Wegner per AP Stolen Photo © Hunterpearl Gallery Poltrona reclinabile AP71 di Hans Wegner per AP Stolen

Se c'è qualcuno che può sperare di competere con Mogensen in quanto maestria nel lavorare il legno, questi è il suo contemporaneo danese Hans Wegner. Laddove il primo abbraccia una grande semplicità, Wegner eccelle nel creare dettagli poco appariscenti ed inaspettati - come una linea ondulata nei braccioli, o un contrasto reso da materiali leggermente diversi. Sebbene meno nota di altri lavori di Wegner, la poltrona AP71 per AP Stolen (1968 circa) è uno dei nostri pezzi preferiti in assoluto: bella, comoda, regolabile - è semplicemente perfetta.

 

Sgabelli Tam di Caterina Moretti per Peca Photo © Peca Sgabelli Tam di Caterina Moretti per PECA

Nata a Vienna e operante a Guadalajara, la designer-architetta è direttrice della messicana Peca . Combinando tecniche artigianali con estetiche architettoniche, Peca offre una vasta collezione di oggetti decorativi e focali, dal gusto semplice e allo stesso tempo esagerato. La principale fonte di ispirazione dell'artista è la natura, come lei stessa sostiene, e i suoi delicatamente biomorfi sgabelli Tam ammiccano tanto alla tradizione artigianale messicana, quanto al modernismo scandinavo e alle sue fiabe popolate da creature dei boschi. 

 

Clicca sull’immagine per acquistare i vasi Triangoli di David/Nicolas per Editions Milano Photo © Editions Milano Triangoli di David/Nicolas per Editions Milano

I designer basati a Beirut, David Raffoul e Nicolas Moussallem, diventano partner dopo essersi conosciuti all'Académie Libanaise des Beaux-Arts, dove entrambi studiano... architettura. Hanno moltissimi interessi in comune, "dalla geometria orientale, all'arredamento d'antiquariato, ai viaggi nel tempo e ai robot, passando per la musica dei Daft Punk." Da qualunque cosa di questa lista prendano l'ispirazione, il duo è diventato uno dei più importanti sulla scena del design - in particolare dopo che la rivista di design Wallpaper li ha inseriti nella sua lista dei 200 nomi di importanti del 2015. Il loro ultimo progetto, per la manifattura italiana Editions Milano , è tanto impressionante quanto funzionale, e trasuda quell'aura di semplicità portata su altro livello, che spesso definisce i design firmati da architetti.

 

Se siete alla ricerca di ulteriore ispirazione "disegnati da architetti", date un'occhiata ai profili di altri talenti leggendari, che contribuirono a definire il genere: Alvar Aalto, Charles Eames, Egon Eiermann, Arne Jacobsen, Eero Saarinen, Ettore Sottsass, e Marco Zanuso.

  • Testo di

    • Wava Carpenter

      Wava Carpenter

      Dopo aver studiato storia del design alla Parsons, Wava ha indossato molti cappelli in supporto della cultura del design: ha insegnato design studies, curato mostre, organizzato dibattiti, scritto articoli - e tutto questo ha ispirato e continua ad ispirare il suo lavoro da Pamono come caporedattrice.
  • Testo di

    • Anna Carnick

      Anna Carnick

      Ex redattore per Assouline, the Aperture Foundation, Graphis, e Clear, Anna ama celebrare grandi artisti e designer. Suoi pezzi sono apparsi in diverse importanti pubblicazioni di arte e cultura, ed ha inoltre curato l’edizione di molti libri. Anna è l’autrice di Design Voices e Nendo: 10/10, e poche cose le piacciono come un bel picnic.
  • Traduzione di

    • Valeria Osti Guerrazzi

      Valeria Osti Guerrazzi

      Nata e cresciuta nella Città eterna, Valeria non è mai riuscita a reprimere il suo (irrazionale) amore per la fredda ma multicolore Berlino, dove si è trasferita non appena uscita dalla Sapienza di Roma, con una tesi su Dostoevskij. Lavora come traduttrice per Pamono, e nel suo tempo libero ama perdersi tanto in un buon libro, quanto nella natura in compagnia del suo ragazzo olandese e della loro cagnolina Pepper.

Scopri altri prodotti