Le piante e gli accessori giusti per ogni stile


Going Green

Ormai le piante non sono più un pensiero dell'ultimo minuto, o una stramberia dell'interior designer del momento. Che incarnino un tentativo delle giovani generazione di combattere una delle loro più radicate paure, o un proposito più consapevole di voler reinverdire gli spazi urbani a disposizione, le piante da interni sono una moda destinata a restare. Tracciando una breve storia delle piante nel mondo del design, abbiamo selezionato gli stili verdeggianti che ci piacciono di più, regalandovi inoltre qualche consiglio per arricchire con la natura ogni tipo di interno. 

 

Mid-Century moderno

Se sei tanto fortunato da possedere una piccola serra, hai già la chiave per lo sfondo perfetto per un arredamento modernista - niente di meglio infatti di un'elegante sovrabbondanza di vegetazione "sotto vetro". Altrimenti, combina il tuo mobilio modernista con qualche pianta scultorea come un grande cactus, o un ficus (beniamino dei modernisti!). Un vaso originale, disegnato da Kai KristiansenAksel Kjersgaard, apporterà quel tocco di classe e coesione neccessario all'ambiente; l'importante è tenersi alla larga da piante troppo disordinate o floreali! Il vaso perfetto non deve essere necessariamente in legno massiccio; questi vasi in rame del designer modernista Hans-Agne Jakobsson sono altrettanto belli ed unici oggi como lo erano nel dopoguerra scandinavo, quando furono prodotti. Vaso in palissandro di Kai Kristiansen per Salin Møbler, Foto © Jack Pearlman; Vaso in palissandro di Kai Kristiansen per Aksel Kjersgaard, Foto © Galerie Møbler; Vasi in rame di Hans-Agne Jakobsson, Foto © Modernisten

 

Brutalista ed industriale

Gli interni in stile brutalista ed industriale sono certamente di impatto, e non necessitano di arricchimento, ma spesso l'aggiunta di vegetazione scelta con cura e posizionata strategicamente - ad esempio piante grasse o di grandi dimensioni collocate con attenzione - può aggiungere un tocco di vita a questi spazi tendenti al freddo.  Anche i puristi dello stile brutalista dovranno ammettere che icone del design neo-funzionalista come Willy Guhl hanno incluso, con lungimiranza, del verde nelle loro dimore essenziali; proprio Guhl ha disegnato un gran numero di incredibili vasi, come l'elegante e famoso esemplare in Eternit degli anni '50, o una serie di vasi rotondi in fibra di cemento. Il materiale è qui cruciale; cemento e metalli patinati, in aggiunta a forme industriali, sono carte vincenti - come questo vaso Ghisafon in ferro battuto, un esemplare imbattibile. Ma anche molti designer contemporanei sono influenzati dallo stile industriale, come questo splendido tavolo Black PLANT Table di Kranen/Gille. Vado da fiori in fibra di cemento di Willy Guhl, Foto © Le Rétrocanteur; Vaso da fiori in zinco, Regno Unito, anni '30, Foto © Antiques & Garden; Tavolino PLANT nero di Kranen/Gille, Foto © Kranen/Gille

 

Déco

Sparpaglia qualche stupendo tavolino vintage in legno, o metallo cromato e laccato, e aggiungi piante a cascata dall'aria delicata; il gioco è fatto! Esistono addirittura tavolini ed arredamento vintage disegnati appositamente per essere abbinati alle piante, come questo antico Flower Stand tedesco di Josef Maria Olbrich. Se desideri invece una rivisitazione moderna dell'Art Déco, sicuramente ti piacerà il lavoro di Cristina Celestino; i suoi divertenti tavolini intagliati, parte della collezione Happy Room, sono semplicemente perfetti! Ma anche i lussuosi ripiani in marmo dei Sass Pedestals creati dal collettivo di Brooklyn Souda ci hanno conquistato. Un altro tocco di glamour può essere l'aggiunta di fiori sotto vetro, in particolare gigli ed orchidee, che possono crescere senza bisogno di terra, e fiorire tutto l'anno. Essendo lo stile Art Déco incentrato sull'abbellimento di ambienti ed oggetti, una buona regola base è che più il motivo è largo (su tessuti, carta da parati, ecc.) tanto più piccole dovrebbero essere le foglie della pianta ad esso abbinata - e vice versa. Vaso Mid-Century in ottone, foto © Kica Jugendstil; Piedistallo Sass di MPGMB per Souda, Foto © Souda; Vaso Ikora Art Deco in metallo spazzolato di WMF, Foto © 20eme Siecle

 

Boho

Uno stile naturale e semplice come il Bohémien moderno avrà sempre bisogno di piante per essere completo, e chi più ne ha più ne metta! Posiziona una ricca combinazione di alberi in vaso a foglia larga, appendi cesti in vimini, e crea generosi raggruppamenti di piante grasse; questo stile non ha niente a che vedere con la moderazione, anzi, il tuo obbiettivo dev'essere la creazione di una piccola giungla domestica. Vasi in bambù, cesti intrecciati, e ruvide ceramiche sono le aggiunte migliori in un interno Boho, in particolare se spiccano per originalità e bellezza come questo delizioso Lucille Grand Natural Flower Cocoon di Llot Llov . Con un'ampia collezione di piante domestiche potrai giocare con le altezze e le consistenze, creando un effetto ricco e multistrato. Se preferisci invece vasi vintage in materiali naturali, come ad esempio questo stupendo Rohe Noordwolde Plant Stand in bambù degli anni '60 - sarà più facile creare variazioni visive. Un ultimo trucco per un interno ancora più lussureggiante: l'aggiunta di uno specchio, vintage ed intonato, amplierà ed arricchirà l'effetto senza sforzo. Lucille Grand Natural Flower Cocoon di Llot Llov, Foto © Llot Llov; Poggiapiante in bambù di Rohe Noordwolde, Footo © De Adelaar; Specchio vintage in bambù e vimini, Francia, Foto © Nuo

 

Contemporaneo

Naturalmente anche i designer contemporanei stanno abbracciando questa moda verdeggiante, e la scelta di materiali, stili, e colori che ci si apre davanti agli occhi è da far girare la testa. I designer di  Studio Lorier  stanno portando l'innovazione del XXI secolo, unita ad un senso di giocosità, nel mondo delle piante domestiche con i loro Distorted Flowerpots, e l'incredibile Flowertop Flowerpot senza peso. Per una sensazione più calda, invece, ti consigliamo caldamente la serie Babilus di Nir Meiri. Lo studio Chen Chen & Kai Williams ha disegnato innumerevoli vasi stellari, negli ultimi anni, tra cui la collezione Stone Fruit, ed i nuovissimi Stacking Planters. Co-protagonisti di tutta questa vegetazione sono naturalmente i tavoli, che aggiungeranno un tocco di colore e carattere alle vostre piante - i Dot Side Tables di Reda Amalou , ad esempio, porteranno la vostra foresta personale ad un altro livello! Vasi Distorted Flowerpots, Flowertop Flowerpots, e Branch-out di Studio Lorier; Fotos © Studio Lorier Vaso Babilus di Nir Meiri, Foto © Nir Meiri; Avocado Stone Fruit Planter di Chen Chen & Kai Williams, Foto © Chen Chen & Kai Williams; Tavolino Dot di Reda Amalou, Foto © Reda Amalou

  • Traduzione di

    • Valeria Osti Guerrazzi

      Valeria Osti Guerrazzi

      Nata e cresciuta nella Città eterna, Valeria non è mai riuscita a reprimere il suo (irrazionale) amore per la fredda ma multicolore Berlino, dove si è trasferita non appena uscita dalla Sapienza di Roma, con una tesi su Dostoevskij. Lavora come traduttrice per Pamono, e nel suo tempo libero ama perdersi tanto in un buon libro, quanto nella natura con la sua cagnolina Pepper.

Scopri altri prodotti