Dieci domande per innamorarsi di Naama Hofman


Piccole curiosità

Di Rachel Miller

La designer israeliana Naama Hofman è specializzata in design di illuminazione a LED minimalisti. Considerando le lampade non solo per la loro mera funzione, Hofman fonda il suo omonimo studio, Naama Hofman Light Objects, a Tel Aviv nel 2010. Da quel momento, si dedica all'esplorazione dei confini mutevoli tra arte e design, collaborando con artigiani talentuosi per produrre articoli su misura, ed edizioni aperte e limitate. I suoi ammiratori non fanno che aumentare e non ne hanno mai abbastanza delle sue sculture di luce senza tempo.

Hofman si è trasferita di recente a Berlino, e non potevamo non darle personalmente il benvenuto nella nostra splendida città, ed intervistarla brevemente. Date un'occhiata alle sue risposte per capire perché ci ha conquistati con il suo ponderato approccio al design.

 

1. Qual è la tua più grande ispirazione al momento?

Ultimamente sto lavorando ad una nuova collezione di oggetti di illuminazione creati in un materiale che non ho mai usato prima. Mi piace scoprire nuovi mondi di tecniche e materiali.

 

2. Da quale tuo progetto sei più presa al momento, e perché?

Non sono una persona maniacale, in generale. Per ogni progetto a cui lavoro mi prendo il mio tempo, ma cerco di non pensarci troppo, perché altrimenti logorerei l'idea iniziale. Penso costantemente al mio studio, però, e cerco di trovare modi diversi di considerare gli elementi con cui lavoro.

 

3. Ci puoi dare cinque link di cose che pensi dovremmo sapere?

Qubik Design

Sarah Silverman (sono sicura che la gente già la conosce, è la migliore!)

Hilla Tony Navok

Matty Madison

Batsheva Dance Company

Venezuela, coreografia di Ohad Naharin e performance della Batsheva Dance Company Foto © Askaf

 

4. Sostieni qualche movimento sociale, attualmente?

Sono più una donna da movimento politico :)

 

5. La tecnologia salverà o annienterà l'umanità?

La tecnologia è una cosa buona, e penso che - come tutto nella vita - dipende dalla persona e da come si usa. Detto ciò, penso che probabilmente ci annienterà.

 

6. Quale gusto di gelato vorresti che esistesse?

Prendo sempre il cioccolato. Non ordino mai nient'altro. È SEMPRE il migliore.

 

Design di Dieter Ram per Braun Iconici design di Dieter Ram per Braun Foto © Rams Archive 7. Cos'è per te un bel design?

Per me un bel design non deve avere "trucchi" visivi. Non deve avere linee o forme inutili; funziona così com'è, ed è interessante da vedere.

 

8. Puoi dirci cinque designer che seguono questa filosofia?

Dieter Rams

Hella Jongerius

Formafantasma

Studio ilio

Raw Edges

 

9. Il tuo giorno libero perfetto?

Sono nuova a Berlino. Mi sono trasferita tre mesi fa, quindi ho appena iniziato a scoprire i laghi intorno alla città e i parchi. Potrei stare tutto il giorno al lago, e non mi annoierei mai. Con un dolce, un caffè, un libro, e il mio blocco da disegno. E mi basta questo.

 

10. Se potessi dare un consiglio ad un aspirante designer, quale sarebbe?

Non ti fermare! Sappi che il tuo lavoro e i tuoi design miglioreranno se ci dedichi tempo e lavori duro!

 

  • Testo di

    • Rachel Miller

      Rachel Miller

      Originaria della California, Rachel è a Berlino per un master in letteratura. Nei rari momenti in cui non scrive o legge, è alla ricerca della migliore birra artigianale della città. La sua passione per il viaggio ha ispirato grandi avventure - in giro per il mondo e nella sua cucina.

  • Traduzione di

    • Natalia di Giammarco

      Natalia di Giammarco

      Nata e cresciuta a Roma, Natalia ha studiato lingue straniere a Roma e successivamente a Berlino. Sebbene la bellezza della sua città le manchi, l'eccentricità della capitale tedesca l'ha sempre incantata. Le sue passioni includono il cinema, la cucina, il teatro, i viaggi, e ovviamente la traduzione - ma le piace anche semplicemente crogiolarsi al sole per ore con un buon libro o con della buona musica.

Scopri altri prodotti