-->
  • Saldi invernali
  • Arredamento vintage da bambino per imparare con stile


    Si torna a scuola

    Di Emma Lucek

    Uscire la mattina e respirare la fresca aria settembrina sarà sempre collegato, nella mia memoria, ai primi giorni di scuola. In tutto il mondo, intorno a questo periodo, per molti fortunati bambini inizia un nuovo anno di ispirazione, miglioramento, ma anche gioco e divertimento.

    I dettagli della nostra infanzia che rimangono più impressi nella nostra memoria - frammenti di forme, superfici, colori, odori - sembrano spesso decisamente arbitrari, ma costituiscono un'importante base sulla quale poggia la persona che siamo oggi.

    Nel 2016 l'arredamento pensato e disegnato appositamente per i bambini ha dominato la Milano Design Week, e da allora il mercato ha continuato a fiorire - splendida notizia, in quanto i giochi ed i mobili che circondano un bambino influiscono fortemente sul suo sviluppo, in particolare nei primissimi anni. Se poi questi oggetti di arredamento sono pezzi vintage, il bambino valorizzerà negli anni un senso di longevità degli oggetti, di cura e possibilmente anche di sostenibilità. Ora, con questi #homegoals in vista, diamo un'occhiata ad alcuni oggetti di arredamento vintage capaci di creare ambienti stimolanti per lo studio, e degni di essere ricordati. (Ne riconoscete qualcuno?)

     

    Scrivanie per la concentrazione

    Le scrivanie sono oggetti magici e speciali, dove alcune delle cose più importanti prendono vita - siano esse lettere d'amore, compiti da 10, o bigliettini in codice al nostro migliore amico. Una scrivania dovrebbe invogliare alla concentrazione, avere una forma comoda, ed essere dotata di cassetti per quaderni, penne, e gomme (anche da masticare). Questi classici senza tempo sono opere d'arte funzionali, prodotte con tecniche innovative ma senza mai perdere di vista la forma e l'attenzione al dettaglio.

     

    La Scrivania Space Age sulla sinistra è stata disegnata nel 1970 da Luigi Colani e prodotta in Germania da Flötotto. L'altezza regolabile del ripiano è pensata per crescere con bambini e ragazzi, e rende la scrivania adatta anche agli adulti. La rara Scrivania da bambino in acciaio tubolare, al centro, è stata disegnata dal designer belga Willy Van der Meeren  per Tubax negli anni '50. Il banco Modello nr. 800 sulla destra è opera del maestro francese Jean Prouvé, che la disegna nel 1952 per Atelier Prouvé, la sua azienda produttrice di Nancy che produceva arredamento Mid-Century moderno per scuole ed uffici francesi.

     

    Sedie ergonomiche per una buona postura

    Dato che stiamo così tanto seduti ormai, è importante scegliere sedie disegnate con attenzione alla comodità ed alla postura. Questi gioielli vintage sono leggeri, facili da spostare, e dalla forte personalità! 

     

    L'affascinante sedia Pantoflex Mickey Mouse sulla sinistra è stata disegnata dalla leggenda del design Verner Panton per la manifattura tedesca VS Vereinigte Spezialmöbelfabriken, negli anni '90. La sedia Space Age da bambino Casalino in polipropilene, nel mezzo, è stata disegnata da Alexander Begge e prodotta nei Paesi Bassi da Casala, negli anni '70, ed ha festeggiato il suo centesimo anniversario! La Sedia da bambino in compensato sulla destra è firmata da Toy Labs, una classica manifattura Mid-Century moderna a Grand Rapids, in Michigan; forte e durevole, offre un ottimo supporto per la schiena, e grazie alla sua maniglia è addirittura portatile - per quando vuoi spostarti accanto ai tuoi amici!

     

    Gioco creativo oltre lo schermo

    Dopo un lungo giorno di duro impegno scolastico, è tempo di portare a casa qualche amico per passare del tempo insieme - magari con un bel gioco da tavolo, o semplicemente chiacchierando intorno ad un tè. Questi set di tavolo e sedie da bambino sono in grado di amplificare la magica atmosfera che i bambini hanno il potere di creare attorno a loro, giocando e sognando.

     

    Questo Set da bambino in vimini, sulla sinistra, è stato prodotto in Francia negli anni '50, ed è assolutamente perfetto per bere insieme una bella limonata con amici in giardino. Il set Anna rosso, al centro, porta la firma di Karin Mobring, ed è stato prodotto da Ikea negli anni '80; dalle sedute regolabili, è pensato per amici grandi e piccoli. Infine la Poly Bel Twen Collection, in arancione brillante, è stata disegnata dai fratelli Beltzig nel 1967, e prodotta in Germania dalla loro manifattura Brüder Beltzig Design. 

     

    Gioco ed attività fisica

    Le chiacchiere intorno ad una tazza di tè o limonata sono certo deliziose, ma i bambini hanno bisogno di movimento ed attività all'aria aperta, che sviluppa abilità motorie e la coordinazione. Inoltre è divertente! Allontaniamoci dagli schermi e torniamo a questi giochi retrò.

     

    Dipinta in colori vivaci, l'altalena vintage a sinistra porta stile e divertimento nel vostro giardino, con il suo design Bauhaus senza tempo. Il cavallino a dondolo in faggio di Kay Bojesen , sulla destra, è una vera e propria icona del modernismo scandinavo. La macchinina in plastica rossa brillante al centro, prodotta negli anni '50, è perfetta per sfrecciare con vento tra i capelli! Vrooooooom!

     

    Giochi di immaginazione per il pensiero creativo

    Con l'accorciarsi delle giornate, i giochi si spostano a malincuore dentro casa. Il dover immaginare scenari e ruoli in uno spazio ridotto ha però i suoi vantaggi, in quanto sviluppa e rafforza la capacità di instaurare legami sociali, e di risolvere problemi. Tornate indietro nel tempo con questi giochi di immaginazione.

     

    Disegnato negli anni '60 dal marchio svedese Briohis, questo camion giocattolo vintage presenta un volante vecchio stile, e forme geometriche dai colori brillanti, e viene sorvegliato dalle due Tivoli Guard Figures, sulla destra, disegnate da Kay Bojesen negli anni '50. Il piccolo Barum Rubber Man al centro, disegnato da Libuše Niklová per Fatra Napajedlá negli anni '50, saluta la colorata processione.

     

    • Testo di

      • Emma Lucek

        Emma Lucek

        Di origini polacche ma nata in Inghilterra, Emma ha studiato ricerca e design. Oltre ad aiutare Pamono nella ricerca di nuovi venditori, scrive nel campo della teoria dell'arte e dell'architettura, e lavora come giornalista specializzata in design.

    Scopri altri prodotti