Ligne Roset

Francia

L'azienda di arredamento di lusso francese Ligne Roset nasce nel 1860, quando un giovane ex cameriere, Antoine Roset (1841-1893), apre una falegnameria in un piccolo paese nell'Ain, ad est della Francia. La sua azienda, Veuve A. Roset si specializza in bastoni da passeggio e, poco dopo, in parasoli.

Quando la moda cambia verso la fine del XIX secolo, l'azienda si concentra sulla produzione di strutture per sedie e sgabelli. Al momento della morte di Antoine nel 1893, Veuve A. Roset si dedica solo alla produzione di arredamento. Dopo Antoine, la direzione della compagnia passa nelle mani prima di sua moglie Marie-Victorine (1854- 1923), e poi di suo figlio Emile (1882-1946) negli anni '10. Nel 1936 Roset produce le sue prime sedute rivestite, per lo più in pelle.

Nel 1946 l'azienda passa alla terza generazione della famiglia, rappresentata da Jean Roset (1920-1999), che avrà un ruolo centrale nel portare Roset al successo internazionale. Negli anni del dopoguerra Jean trasforma l'azienda per andare incontro alle richieste della ricostruzione indirizzando la produzione verso il mercato di appalti - sviluppando linee di arredamento moderne, ispirate alla Scandinavia, per scuole, università, ospedali, ed altri spazi pubblici. Nella metà degli anni '60 l'azienda produce design più sperimentali, utilizzando spesso la schiuma Dacron, e puntando al mercato residenziale. Esempi di questo periodo includono il divano modulare Asmara (1966) di Bernard Govin e la poltrona Adria (1968) di Michel Ducaroy.

Il 1973 è stato un anno importante per Roset: il nome dell'azienda diventa "Ligne Roset", vengono aperti i primi punti vendita internazionali, e l'iconico divano Togo di Michel Ducaroy vede la luce. In questo periodo si unisce anche la quarta generazione dei Roset, Pierre e Michel, che ancora oggi dirigono l'azienda. La reputazione di Ligne Roset è cresciuta solo nel XXI secolo, in gran parte grazie al forte carattere editoriale delle sue collezioni, come il divano Zen di Claude Brisson (1986), il divano Profile di Jean Nouvel (1988), il divano Jean Charles di Jean-Charles de Castelbajac (1988), il divano Facet di Ronan and Erwan Bouroullec (2005), il divano Moel di Inga Sempé, e il divano Pumpkin originariamente disegnato da Pierre Paulin nel 1971 e messo in produzione da Ligne Roset nel 2008.

* Foto per gentile concessione di Ligne Roset