Alchimia

Milano, Italia

Messa spesso in ombra dall'iconoclastico Gruppo Memphis - vera e propria incarnazione di un design radicale - Alchimia ha contribuito enormemente al movimento postmoderno italiano. I design artistici e concettuali del gruppo hanno battuto la strada a Memphis, ed influenzato generazioni di designer. Loro opere sono oggi estremamente ricercate sul mercato vintage e dai collezionisti.

Fondata nel 1976 da Alessandro Mendini e Adriana Guerriero, Alchimia è una delle prime manifatture collettive guidata da designer in Italia. Mendini e Guerriero sono figure centrali delle attività "anti design" (per esempio, anti Bauhaus) che conquistano Milano dalla fine degli anni '60 in poi, e Mendini in particolare è uno dei teorici e difensori più schietti del movimento.

Alchimia produce le ironiche collezioni Bau Haus I Bau Haus II nel 1978 e 1979. Probabilmente uno dei migliori esempi del lavoro di Alchimia è la sedia Proust (1978), in cui diversi linguaggi visivi formano una critica alla presa di posizione del modernismo contro forme storiche e tradizionali. Ispirata dall'amore dello scrittore francese per l'impressionismo, Mendini riveste una poltrona riccamente ornata ed in stile Barocco con un tessuto dai colori brillanti dipinto a mano - la poltrona Proust fa parte dei 100 Capolavori del Vitra Design Museum e può essere ammirata in musei di tutto il mondo. Altrettanto impressionanti dal punto di vista visivo sebbene meno noti, sono il divano Kandissi (1976) e la sedia Redesigned Thonet (1976), altri forti esempi dell'abilità di Mendini di reinventare classici del design.

L'importanza dello studio Alchimia cresce nel corso degli anni '70, e altri artisti come Ettore Sottsass e Michele de Lucchi (tra gli altri) si uniscono al progetto. Nonostante una certa vicinanza di sentimenti anti-modernisti, Sottsass e Mendini non hanno molto in comune: questi due designer di talento si trovano in disaccordo sulla questione della produzione in serie del design sperimentale e, incapaci di superare le loro divergenze di vedute (Sottsass a favore e Mendini contrario alla produzione di massa) i due si separano. Sottsass fonda Memphis nel 1980, con altri designer che considerano la filosofia di Mendini sul design troppo restrittiva.

Ad oggi Mendini incarna il ruolo delle idee nel campo del design. I suoi prodotti, coraggiosi e stravaganti, sfidano l'assenza di anima del funzionalismo, e gli standard repressivi del cosiddetto "buon gusto".

*Immagini per gentile concessione dell'Atelier Mendini